Emilia-Romagna
Radioattività Strutture autorizzate all’impiego di radioisotopi
Commento

L’incompletezza delle informazioni presentate (i dati forniti da Ispra contemplano il solo impiego di categoria A) deriva dalla non disponibilità di un archivio regionale delle sorgenti di radiazioni ionizzanti.
La Legge Regionale del 10 febbraio 2006, n. 1 “Norme per la tutela sanitaria della popolazione dai rischi derivanti dall’impiego di sorgenti di radiazioni ionizzanti” contempla, infatti, uno specifico articolo, l’articolo 7, titolato “Anagrafi delle sorgenti di radiazioni ionizzanti”. Tuttavia la Giunta regionale non ha provveduto all’emanazione di un atto che regolamenta il contenuto delle informazioni da inserire nelle anagrafi, le modalità di gestione, di accesso, di comunicazione e diffusione dei dati in esse raccolti e i soggetti a cui è affidata la gestione a livello regionale e territoriale di tali banche dati.

NOME DELL'INDICATORE

Strutture autorizzate all'impiego di radioisotopi, ovvero che detengono/impiegano sorgenti/apparecchi

DPSIR

D

UNITÀ DI MISURA

N. strutture/impianti, percentuale

FONTE

Ispra

COPERTURA SPAZIALE DATI

Regione

COPERTURA TEMPORALE DATI

2015

LIVELLO DI DETTAGLIO GEOGRAFICO

Provincia

AGGIORNAMENTO DATI

Annuale

RIFERIMENTI NORMATIVI

DLgs 230/95 e successive modifiche e integrazioni

AREE TEMATICHE INTERESSATE

METODI DI ELABORAZIONE DATI

Altri metadati
Descrizione

L’indicatore documenta il numero e la distribuzione sul territorio regionale di strutture, suddivise per tipologia d’impianto, autorizzate all’utilizzo di sorgenti di radiazioni (materie radioattive e macchine radiogene), limitatamente all’impiego di categoria A (per la cui definizione si rimanda al DLgs 230/95 e s.m.i.).
Gli articoli 27 e 28 del decreto prevedono, infatti, l’obbligo di nulla osta preventivo per impianti, stabilimenti, istituti, gabinetti medici, laboratori da adibire ad attività comportanti, a qualsiasi titolo, la detenzione, l’utilizzazione, la manipolazione di materie radioattive, prodotti o apparecchiature contenenti dette materie, depositi di rifiuti radioattivi, nonché per l’utilizzazione di apparecchi generatori di radiazioni ionizzanti.
Le soglie e modalità di computo, ai fini della soggezione a nulla osta all’impiego di categoria A, sono fissate nell’Allegato IX del DLgs 230/95 e s.m.i.

Scopo

Valutare la presenza sul territorio regionale di insediamenti che impiegano sorgenti/apparecchi.