Emilia-Romagna
Torna indietro
Strutture autorizzate all’impiego di radioisotopi
Commento


L’incompletezza delle informazioni presentate (i dati forniti da Ispra contemplano il solo impiego di categoria A) deriva dalla non disponibilità di un archivio regionale delle sorgenti di radiazioni ionizzanti.
La Legge Regionale del 10 febbraio 2006, n. 1 “Norme per la tutela sanitaria della popolazione dai rischi derivanti dall’impiego di sorgenti di radiazioni ionizzanti” contempla, infatti, uno specifico articolo, l’articolo 7, titolato “Anagrafi delle sorgenti di radiazioni ionizzanti”. Tuttavia la Giunta regionale non ha provveduto all’emanazione di un atto che regolamenta il contenuto delle informazioni da inserire nelle anagrafi, le modalità di gestione, di accesso, di comunicazione e diffusione dei dati in esse raccolti e i soggetti a cui è affidata la gestione a livello regionale e territoriale di tali banche dati.