Emilia-Romagna
Rifiuti Modalità di gestione dei rifiuti urbani
Commento

I rifiuti urbani indifferenziati vengono gestiti dal sistema impiantistico regionale, costituito da impianti di trattamento meccanico e/o biologico, impianti di trasferimento, inceneritori e discariche per rifiuti non pericolosi. La tabella 1 mostra la prima destinazione dei rifiuti urbani indifferenziati suddivisa per tipologia di impianto e per provincia di produzione del rifiuto.
Come prime destinazioni, nel 2017, i rifiuti indifferenziati sono stati inviati:
- 542.090 t ad incenerimento;
- 242.703 t ad impianti di trattamento meccanico;
- 226.878 t ad impianti di trasferimento per essere stoccate e successivamente conferite ad impianti di incenerimento, di trattamento meccanico o meccanico-biologico o in discarica;
- 15.150 t sono costituite da rifiuti provenienti da raccolte selettive avviate a smaltimento;
- 8.011 t provenienti da spazzamento sono state avviate a smaltimento.
Tutti gli impianti di prima destinazione sono ubicati in regione.
La gestione complessiva del rifiuto urbano indifferenziato, a valle degli impianti di trasferimento e di trattamento meccanico-biologico, è stata la seguente:
- 1.625 t di frazioni merceologiche omogenee sono state avviate a recupero di materia;
- 747.334 t sono state complessivamente conferite agli impianti di incenerimento;
- 102.991 t sono state avviate a bio-stabilizzazione per la produzione della frazione organica stabilizzata (FOS);
- 140.731 t sono state conferite in discarica;
- 15.150 t di rifiuti provenienti da raccolte selettive sono state avviate a smaltimento.
La gestione complessiva del rifiuto urbano indifferenziato, suddivisa per provincia, è riportata in tabella 2.

 

 

NOME DELL'INDICATORE

Modalità di gestione dei rifiuti urbani

DPSIR

R

UNITÀ DI MISURA

Percentuale, Chilogrammi/abitante, Tonnellate

FONTE

Arpae Emilia-Romagna

COPERTURA SPAZIALE DATI

Regione

COPERTURA TEMPORALE DATI

2001-2017

LIVELLO DI DETTAGLIO GEOGRAFICO

Comune

AGGIORNAMENTO DATI

Annuale

RIFERIMENTI NORMATIVI

DLgs 36/03, DLgs 152/06, LR 27/94, DGR 1620/01 e s.m.i., DGR 2319/07, DGR 1238/16, DGR 2218/16

AREE TEMATICHE INTERESSATE

METODI DI ELABORAZIONE DATI

Altri metadati
Descrizione

L’analisi del sistema di gestione dei rifiuti urbani permette di individuare i differenti processi che riguardano il ciclo dei rifiuti, dalle operazioni di raccolta, trasporto, trattamento, recupero e riciclaggio, sino allo smaltimento finale dei residui di processo.
I dati relativi alle differenti modalità di gestione dei rifiuti urbani sono stati raccolti utilizzando l’applicativo denominato ORSo, che consente ai Comuni di caricare via web le informazioni richieste dall’Allegato 4 alla DGR 1620/2001, aggiornato con DGR 2317/2009, DGR 1238/16, e DGR 2218/16, permettendo l’immediata informatizzazione e condivisione dei dati.

Scopo

Verificare l’efficacia delle politiche di gestione dei rifiuti, con particolare riferimento all’incentivazione verso le diverse forme di recupero e riutilizzo dei rifiuti, sia come materia, sia come energia.