Emilia-Romagna
Torna indietro
Presenze microalgali
Commento


Considerando le medie annuali di fitoplancton totale (figura 1) dal 2010 ad oggi, il corpo idrico CD1 (Goro-Ravenna) presenta sempre livelli di produttività primaria più elevati, poiché più vicino alla foce del fiume Po e, di conseguenza, maggiormente interessato dagli apporti di nutrienti.
In figura 2 a, b e c si riportano le medie stagionali delle abbondanze di Diatomee, Dinoficee e Altro fitoplancton. Generalmente i valori, anche stagionalmente, sono sempre maggiori nel corpo idrico CD1 (Goro-Ravenna) rispetto al CD2 (Ravenna-Cattolica).
Le Diatomee dominano il micro-fitoplancton in primavera e autunno, mentre le Dinoflagellate, seppur con abbondanze inferiori rispetto alle Diatomee, prevalgono in primavera ed estate.
Per quanto riguarda l'Altro fitoplancton, le abbondanze maggiori si registrano in primavera sia in CD1 che in CD2.
I tre gruppi considerati, in estate presentano abbondanze elevate nel CD1 mentre nel CD2 si registra nello stesso periodo un calo considerevole.
In tabella 1 si riporta la lista floristica dei taxa prevalenti del 2017.