Emilia-Romagna
Aria PM10, superamenti dei limiti di legge
Commento

Nel 2017 il valore limite giornaliero di 50 μg/m3 è stato superato per oltre 35 giorni (numero massimo definito dalla norma) in 27 delle 43 stazioni della rete di monitoraggio regionale. Il maggior numero di superamenti è stato registrato nelle stazioni di Piacenza/Giordani Farnese, Reggio Emilia/Timavo e Modena/Giardini (83), seguite da Parma/Montebello (74) e Colorno/Saragat (Pr) e Parma/Cittadella (69). 
Nel 2017 il numero di superamenti è stato complessivamente superiore a quello registrato nel periodo 2013-2016. Questa situazione è stata anche favorita dalle condizioni meteorologiche, che nel periodo invernale 2017 hanno presentato frequenti condizioni favorevoli alla formazione e accumulo di PM10 (alta pressione, assenza di precipitazioni e scarsa ventilazione).
Nel 2017 il numero di giorni in cui la media giornaliera supera i 50 μg/m3 è risultato massimo nella pianura centrale (più di 50 superamenti dei valori di fondo).

 

NOME DELL'INDICATORE

Superamenti dei limiti di legge per le poveri fini (PM10)

DPSIR

S

UNITÀ DI MISURA

N. superamenti

FONTE

Arpae Emilia-Romagna

COPERTURA SPAZIALE DATI

Regione

COPERTURA TEMPORALE DATI

2002-2017

LIVELLO DI DETTAGLIO GEOGRAFICO

Regione

AGGIORNAMENTO DATI

Annuale

RIFERIMENTI NORMATIVI

Dir 2008/50/CE, DLgs 155/2010

AREE TEMATICHE INTERESSATE

METODI DI ELABORAZIONE DATI

L'indicatore descrive l'andamento del numero annuo di superamenti giornalieri di PM10, registrati nelle stazioni della rete di monitoraggio regionale negli ultimi anni. I superamenti sono conteggiati per ciascuna stazione. L'indicatore è poi aggregato su base regionale, con una forma grafica (box-and-whiskers) che illustra la distribuzione del numero di superamenti registrati ogni anno per ciascuna tipologia di stazione (traffico, fondo urbano/suburbano, rurale).

Altri metadati
Descrizione

L’indicatore descrive la variazione temporale del numero di superamenti del valore limite giornaliero per il particolato fine (PM10), pari a una media giornaliera di 50 μg/m3 da non superare più di 35 volte in un anno. 
Viene presentata la distribuzione (mediana, massimo, minimo e percentili) per ogni anno e per ciascuna tipologia di stazione (traffico, fondo urbano/suburbano, rurale), nonchè la distribuzione territoriale (mappe) del numero di superamenti del valore limite giornaliero.

Scopo

Valutare gli andamenti dei superamenti dei limiti normativi del PM10 nel corso di un ampio intervallo temporale e la loro distribuzione territoriale.