Emilia-Romagna
Erosione costiera Lunghezza dei tratti difesi da opere rigide
Commento

Oltre la metà delle spiagge emiliano-romagnole (circa 74 km) sono protette da opere rigide di vario tipo. Le più diffuse sono le scogliere parallele emerse che difendono circa 40 km di costa. I restanti 30 km sono protetti da scogliere radenti, scogliere semisommerse e barriere sommerse in sacchi e pennelli.

 

NOME DELL'INDICATORE

Lunghezza dei tratti difesi da opere rigide

DPSIR

R

UNITÀ DI MISURA

Metri e chilometri

FONTE

Arpae Emilia-Romagna

COPERTURA SPAZIALE DATI

Regione

COPERTURA TEMPORALE DATI

2007

LIVELLO DI DETTAGLIO GEOGRAFICO

Regione

AGGIORNAMENTO DATI

RIFERIMENTI NORMATIVI

AREE TEMATICHE INTERESSATE

METODI DI ELABORAZIONE DATI

Osservazione di foto aeree

Altri metadati
Descrizione

L’indicatore rappresenta l’inventario dei tratti protetti dai diversi tipi di opere rigide presenti al 2007 lungo il litorale emiliano-romagnolo.
Quelle riportate in tabella non sono le uniche opere di difesa dal mare presenti lungo il litorale regionale. Oltre ad esse esistono decine di chilometri di strutture la cui funzione è legata al contenimento degli eventi di acqua alta: gli argini che contornano vaste aree depresse presenti al centro nord al retro della costa, gli argini fluviali in prossimità delle foci di molti corsi d’acqua, le banchine portuali, i muretti e i rilevati artificiali presenti al retro delle spiagge.

Scopo

Fornire indicazioni sull’estensione delle opere di difesa rigida presenti lungo il litorale regionale.