Emilia-Romagna
Anomalia della precipitazione
Commento

Nel 2018, l’anomalia di precipitazione, calcolata sul data set dell’analisi a 5 km, è stata lievemente negativa, di circa -10 mm rispetto al valore climatico di riferimento (1961-1990).
La distribuzione spaziale delle anomalie di precipitazione annua evidenzia delle disomogeneità, con anomalie negative, soprattutto nelle province di Parma, Reggio Emilia e aree isolate dell’Appennino tosco-emiliano, e anomalie positive, registrate nel resto del territorio regionale. Punte di anomalia positiva, fino a 200 mm, sono state registrate lungo lo costa ravennate e nell’Appennino Ligure, mentre punte di anomalia negativa, di fino a -300 mm, sono state registrate nell’aree isolate dell’ Appennino bolognese e parmense.
A livello stagionale, le precipitazioni sono state leggermente inferiori alla norma del periodo durante l’estate e l’autunno e superiori durante l’inverno e la primavera. Quantitativi abbondanti di precipitazioni sono stati registrati nei mesi di febbraio, marzo, maggio ed ottobre, mentre i mesi di aprile, settembre e dicembre hanno registrato un deficit di precipitazioni.
L’andamento temporale delle anomalie annue di precipitazione mostra una lieve tendenza negativa sul lungo periodo (1961-2018).

 

 

NOME DELL'INDICATORE

Anomalia della precipitazione totale annuale rispetto al clima di riferimento (periodo 1961-1990); valori stagionali e annuali

DPSIR

S

UNITÀ DI MISURA

Millimetri

FONTE

Arpae Emilia-Romagna

COPERTURA SPAZIALE DATI

Regione

COPERTURA TEMPORALE DATI

1961-2018

LIVELLO DI DETTAGLIO GEOGRAFICO

Regione

AGGIORNAMENTO DATI

Annuale

RIFERIMENTI NORMATIVI

Non esistono dei riferimenti normativi di legge. Per le elaborazioni si fa riferimento alle specifiche proposte dalla Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM)

AREE TEMATICHE INTERESSATE

METODI DI ELABORAZIONE DATI

Controllo qualità dati, valutazione dell'omogeneità delle serie temporali, interpolazione, calcolo dei trend e significatività statistica. Valutazione valori medi e anomalie dell'anno 2016 rispetto al periodo climatico di riferimento 1961-1990

Altri metadati
Descrizione

L'anomalia della precipitazione è calcolata come la differenza tra la precipitazione totale dell'anno di riferimento (2018) e il clima del periodo 1961-1990. Le anomalie della precipitazione per l’anno 2018 sono state valutate in questa edizione dell’annuario sul data set analisi regionale, con risoluzione a 5 km (dataset Eraclito 4.1).

 

 

Scopo

Tale indicatore permette di evidenziare le aree dove, nel 2018, la precipitazione è stata in linea con i valori climatici di riferimento o dove, al contrario, sono stati riscontrati degli scostamenti.