Emilia-Romagna
Torna indietro
Quantità di rifiuti radioattivi detenuti
Commento


L’ammontare complessivo dei rifiuti radioattivi attualmente presenti sul territorio nazionale è rimasto pari a circa 30.000 m3, di cui circa l’11% detenuto nella regione Emilia-Romagna.
Per quanto riguarda il combustibile irraggiato, la nostra regione attualmente non detiene più alcun elemento di combustibile; a giugno 2010 tutti gli elementi di combustibile presenti presso la centrale di Caorso sono stati, infatti, allontanati dal sito. Relativamente alle sorgenti dismesse, la ditta Protex procede al loro ritiro dai vari utilizzatori e, generalmente, in una-due soluzioni annue le conferisce al deposito dell’Enea Casaccia (Roma); ciò può originare una variabilità del dato rilevato nel tempo.
Lo smaltimento dei rifiuti radioattivi prodotti rappresenta ancora un problema da risolvere in Italia; attualmente stoccati in diversi depositi “provvisori”, tali rifiuti andranno trasferiti in un sito unico nazionale ancora da individuare e progettare.