Emilia-Romagna
Torna indietro
PM10, superamenti dei limiti di legge
Commento


Nel 2018, il valore limite giornaliero per il PM10 (50 μg/m3 come media giornaliera) è stato superato per oltre 35 giorni (numero massimo definito dalla norma) in sole 7 delle 43 stazioni di misura della rete di monitoraggio regionale. Il maggior numero di superamenti è stato registrato nelle stazioni di: Reggio Emilia/Timavo (56), Parma/Montebello (45), Ferrara/Isonzo (41), Parma/Cittadella (40), Fiorano Modenese/Circ. San Francesco (39) e Rimini/Flaminia (36). I superamenti sono stati registrati a bordo strada, con l’eccezione della stazione di Parma/Cittadella. Il superamento per oltre 35 giorni del valore limite giornaliero per il PM10 è stato raggiunto per la prima volta il 26 ottobre nella stazione da traffico di Reggio Emilia “Timavo”. Nel 2018, il numero di stazioni con il superamento del limite giornaliero risulta sensibilmente inferiore rispetto a quanto registrato nel 2017, quando 27 stazioni su 43 avevano superato il limite. I valori massimi sono stati rilevati a fine gennaio, con punte al di sopra dei 100 μg/m3 (max 124 a Timavo) in alcune stazioni da traffico e di fondo urbane.
Nel 2018, il numero di superamenti è stato in linea con quelli registrati nel 2016 e 2014. Questa situazione deriva anche dalle condizioni meteorologiche, che nel periodo invernale 2018 hanno presentato un numero inferiore di giorni con condizioni favorevoli alla formazione ed accumulo di PM10 (alta pressione, assenza di precipitazioni e scarsa ventilazione).
Nel 2018, il numero di giorni in cui la media giornaliera supera i 50 μg/m3 è risultata massima nella pianura centrale, con il superamento del valore normativo limitato ad alcune piccole zone.