Emilia-Romagna
Torna indietro
Macrofite
Commento


Per la determinazione qualitativa dell’Elemento di Qualità Biologica (EQB) macroalghe, il DM 260/10 richiede una frequenza di indagine di 2 volte all'anno, da ripetere con cicli non superiori a 3 anni. Nel triennio di monitoraggio operativo 2017-2019 la determinazione qualitativa dell'EQB macroalghe è stata effettuata, nel 2017, per le 11 stazioni dislocate nei 5 corpi idrici della rete di monitoraggio della Provincia di Ferrara e, nel 2018, per le 3 stazioni della Pialassa Baiona in Provincia di Ravenna. Nella Piallassa Piomboni è sospesa l'attività di monitoraggio fino al termine dei lavori di riqualificazione ambientale a oggi ancora in corso.
In tabella 1 si riporta il Rapporto di Qualità Ecologica (RQE) del MaQI e la classe di qualità di ciascuna stazione di indagine dei corpi idrici di transizione relativi al monitoraggio del triennio 2017-2019. L’indice è stato calcolato e valutato in conformità alle indicazioni ISPRA, riportate nella “Linea guida per l’applicazione del Macrophyte Quality Index (MaQI)” di marzo 2012 e nelle successive variazioni di ottobre 2012, e al DM 260/10.
Per le macroalghe lo stato di qualità  è risultato “cattivo” per le Valli di Comacchio; “scarso” per la Sacca di Goro, Valle Nuova, Lago delle Nazioni e Piallassa Baiona; "sufficiente" per Valle Cantone (tabella 1 e figura 1).