Emilia-Romagna
Torna indietro
Anomalia della precipitazione
Commento


Il 2020 è stato caratterizzato da un deficit pluviometrico di circa -95 mm di precipitazioni annue in meno rispetto al valore climatico di riferimento (come media regionale). 
La distribuzione spaziale delle anomalie di precipitazione annua evidenzia la presenza di anomalie negative su quasi tutto il  territorio regionale, tranne sull’alto Appennino Emiliano e in alcune aree di pianura delle province di Parma, Reggio Emilia e Modena. Le anomalie negative sono state anche molto intense, soprattutto in Romagna, dove hanno assunto valori fino a -300 mm.
A livello stagionale, le precipitazioni sono state inferiori alla norma del periodo su tutto il territorio regionale, durante l’inverno, la primavera e l’autunno, con anomalie medie regionali tra -70 e -80 mm in meno rispetto al clima. Novembre, il mese climatologicamente più piovoso, è stato, nel 2020, il novembre più scarso in precipitazioni dal 1961, con scarti dell’ordine di circa 70% in meno rispetto al clima del mese (riferimento climatico 1961-1990). 
Al contrario, l’estate ha registrato un surplus di precipitazioni, con circa +40 mm di precipitazione in media sulla regione e anomalie positive su quasi tutta la regione, tranne in Romagna.
L’andamento temporale delle anomalie annue di precipitazione, sul lungo periodo (1961-2020), non mostra una tendenza significativa.