Emilia-Romagna
Torna indietro
ASPE
Commento


Secondo l’indicatore ASPE, applicato ai dati 2006-2012, risulta che, al 2012, il 13% (15 km) delle spiagge è in accumulo, quindi in ottimo stato, il 22% (25 km) è in condizioni di stabilità senza necessità di alcun aiuto, mentre il 65% (77 km) del litorale presenta delle criticità (figura 3).
Tra i tratti critici, 33 km (28%) di spiaggia sono in "equilibro precario", cioè si presentano stabili, ma sono oggetto di interventi di difesa di vario tipo (ripascimenti, nuove opere o manutenzione di quelle esistenti);  44 km (37%) sono, invece, in erosione e manifestano perdite di sabbia.
E’ necessario, inoltre, specificare che tra le spiagge in erosione sono compresi tratti con vari gradi di criticità. Tra di essi sono compresi, ad esempio, la spiaggia di Rimini centro, che nel 2012 per la prima volta evidenzia perdite di sabbia limitate alla spiaggia sommersa senza evidenze sulla linea di riva e sulla spiaggia emersa, e il litorale di Bellocchio (al nord della foce del Reno), che da decenni arretra di 9-10 m l’anno.
Dal confronto tra l’analisi ASPE 2006-2012 e quella riferita al periodo precedente 2000-2006 (RER, 2011, Arpa, 2011 ed Aguzzi et al., 2012) la situazione al 2012 (Arpa, 2013) appare peggiorata. Le spiagge che nel 2006,  rispetto al 2000, presentavano criticità (in erosione o in equilibrio precario) avevano un estensione di 54 km, mentre nel 2012, rispetto al 2006, esse raggiungono una lunghezza di ben 77 km (figura 1).
Dal punto di vista delle Macrocelle, la situazione del litorale è piuttosto articolata (figura 2).
I paraggi compresi tra Cattolica e Cesenatico (Macrocelle 1 e 2) e quello tra Porto Corsini e Porto Garibaldi (Macrocella 5) sono i tratti di litorale regionale con il maggior numero di spiagge in erosione o in equilibrio precario. Si passa dai 16 km di spiagge in condizioni di criticità della Macrocella 2, ai 13 km della Macrocella 5. Tra questi tratti prevalgono quelli in erosione rispetto a quelli stabili, ma oggetto di interventi.
In ciascuna delle tre macrocelle, corrispondenti ai tratti compresi tra Cesenatico e Porto Corsini (Macrocelle 3 e 4) e tra Porto Garibaldi e la Foce del Po di Volano (Macrocella 6), sono in condizioni critiche circa 10,5 km di spiaggia. La maggior parte di queste spiagge però non presenta perdite, ma si limita ad avere un equilibrio precario dovuto agli interventi.
Spiagge in accumulo sono state rilevate solo nelle 4 macrocelle comprese tra la Foce del Savio e quella del Po di Goro (Macrocelle 4, 5, 6 e 7). Mentre tratti di litorale stabili sono stati identificati lungo tutta la costa, in particolar modo nella Macrocella 4, compresa tra Foce Savio e Porto Corsini.