Emilia-Romagna
Torna indietro
ASE
Descrizione dell'indicatore


L’ ASE (Accumulo, Stabile, Erosione) è un indicatore di "stato" che, a differenza dell’ASPE, fornisce indicazioni sullo stato del litorale così come si presenta dopo essere stato oggetto di interventi di difesa.
Esso rappresenta un’immagine della costa paragonabile a quella che si ottiene dall’analisi della variazione della linea di riva perché, analogamente a questa, l’ASE non tiene in considerazione le cause (naturali o antropiche) che determinano l’assetto della spiaggia.
L’ASE ha però una base dati più sostenuta, perché l’indicatore non si limita a considerare la tendenza della linea di riva, ma ha come riferimento principale la variazione di volume, includendo così nell’analisi le modificazioni a carico sia della spiaggia emersa che di quella sommersa.
Analogamente all’ASPE, l’ASE descrive la costa in termini di tendenza delle spiagge all’erosione, all’equilibrio o all’accumulo (vedi allegato schema dell'indicatore ASE), prevedendo però solo tre classi (vedi tabella A).

Tabella A –  Le 3 classi previste dall’indicatore ASE.

Classe

Definizione

Accumulo

Tratto di litorale che evidenzia accumuli di sabbia significativi nel periodo in esame.

Stabile

Tratto di litorale che non evidenzia perdite o accumuli di sabbia significativi nel periodo in esame.

Erosione

Tratto di litorale che evidenzia perdite di sabbia significative nel periodo in esame.

Nota: Sono considerati significativi accumuli o perdite maggiori di 30 m3/m.

La variazione di volume di riferimento considerata in questo caso è il risultato della somma del valore volumetrico ottenuto dal confronto tra i rilievi topo-batimetrici eseguiti con le reti di monitoraggio (volumi "accumulati e persi"), con i volumi di sabbia prelevati, relativi al medesimo periodo dei rilievi.