Emilia-Romagna
Acque marino costiere
Sintesi


Classificare lo stato ecologico e lo stato chimico dei corpi idrici marino costieri, sulla base dei criteri tecnici definiti dal DLgs 172/15, permette di ottenere un quadro rappresentativo dello stato ambientale per le acque dei corpi idrici marino costieri a livello di distretto idrografico, nazionale e comunitario.
Lo stato di qualità ambientale "buono" corrisponde all'obiettivo di qualità da raggiungere ai sensi del DLgs 152/06. Per raggiungere tale stato i corpi idrici devono risultare in stato "buono" sia sotto il profilo ecologico, che chimico.
I corpi idrici delle acque marino costiere CD1 (Goro-Ravenna) e CD2 (Ravenna-Cattolica) hanno conseguito una valutazione dello stato ecologico pari a "sufficiente" e una valutazione dello stato chimico pari a “buono” per l'anno 2017.
Essendo lo stato ambientale delle acque superficiali l’espressione complessiva dello stato di un corpo idrico, determinato dal valore più basso del suo stato ecologico e chimico, per il 2017 lo stato ambientale è “sufficiente” per entrambi i corpi didrici (CD1 e CD2). Si conferma così quanto emerso nel triennio precedente 2014-2016.
Per raggiungere l’obiettivo di qualità richiesto dal DLgs 152/06, è necessario perseguire nelle azioni di risanamento (riduzione carichi N e P) a scala di bacino.

Torna indietro